Regione Veneto

Emergenza COVID-19. Comunicazione del Sindaco 19/03/2020

Pubblicata il 19/03/2020

Gentili Concittadine, Cari Concittadini,
come anticipato lunedì, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale pubblicheranno periodicamente alcune righe di aggiornamento in merito all’emergenza COVID-19, per essere sempre al servizio della Popolazione, soprattutto in questo momento così difficile.

Innanzitutto, non ci stancheremo mai di ripetere che la regola essenziale per sconfiggere questo nemico invisibile è una sola ed è quella di rimanere a casa! È fondamentale che tutti, indistintamente, osserviamo questa accortezza, che è l’arma più potente che abbiamo per far fronte all’emergenza!
Non dobbiamo uscire perché abbiamo l’obbligo morale di garantire la salute propria e degli altri e perché dobbiamo aiutare il personale sanitario che è in trincea tutti i giorni, sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro, a lottare contro il coronavirus e a salvare chi purtroppo viene colpito da questa malattia.
Medici, infermieri, operatori sanitari e tutto il personale sanitario lavorano costantemente per noi! Ma da soli non possono farcela, perché se i casi continueranno ad aumentare, anche a causa della nostra irresponsabilità, non riusciranno più a sostenere i ritmi, finiranno i posti letto in terapia intensiva, la situazione diventerà insostenibile e a quel punto tutti gli sforzi fatti finora per limitare il più possibile i danni del coronavirus saranno stati vani.
Dobbiamo stare a casa perché potremmo essere positivi alla malattia ma non presentare sintomi e così, inconsapevolmente, trasmettere il virus alle persone con cui veniamo in contatto. Per questo è indispensabile ridurre all’essenziale (motivi di lavoro, gravi motivi di salute, spesa solo quando veramente necessario) le uscite dalla propria abitazione e osservare scrupolosamente tutte le misure igienico-sanitarie che ci sono state indicate.
 
Ci rendiamo conto che la permanenza in casa diventa ancora più difficile per anziani, persone sole, famiglie con persone con disabilità e immunodepresse.
È per questo che, a sostegno delle fasce più deboli, abbiamo attivato, di concerto con l’Ufficio Servizi Sociali, il servizio di consegna della spesa a domicilio e, in collaborazione anche con la Farmacia Borsi sas, il servizio di consegna dei farmaci a domicilio. Trovate tutte le informazioni nei link qui sotto.
Chiediamo la collaborazione di tutti per divulgare il più possibile queste notizie e queste informazioni tra i nostri Concittadini, in particolar modo tra i possibili interessati a queste iniziative, e per segnalare all’Ufficio Servizi Sociali (0422.886221) eventuali situazioni di necessità o disagio.
 
I Volontari della Protezione Civile Comunale, della Protezione Civile ANA Nucleo Piave Montello e della Croce Rossa Italiana Delegazione di Nervesa della Battaglia sono impegnati in questi servizi alla Cittadinanza: a loro va il nostro più sentito grazie per il grande aiuto che stanno fornendo.
Purtroppo però, come spesso accade in situazioni di emergenza e di calamità come questa, c’è chi pensa di poter raggirare e arrecare danno alle persone più deboli fingendosi personale sanitario, della protezione civile, ecc… .
Sottolineiamo che i nostri Volontari impegnati nella consegna dei farmaci e della spesa a domicilio si presentano a casa solo ed unicamente se chiamati telefonicamente direttamente dalla persona che ha necessità di usufruire del servizio: è l’interessato quindi che chiama il numero indicato per il servizio ed è l’interessato che al telefono prenderà accordi con il volontario per la consegna a casa.
Diffidate quindi da chi, fingendosi volontario, personale comunale o personale sanitario, si presenta presso la Vostra abitazione senza che Voi ne abbiate richiesto l’intervento!
L’ULSS 2 raccomanda inoltre di prestare la massima attenzione alle persone che suonano alla porta di casa riferendo di essere incaricati della Regione del Veneto per effettuare il controllo con il tampone per il coronavirus: si tratta di impostori che tentano di approfittare della situazione di emergenza per entrare in casa. Non aprite per nessun motivo e riferite subito il fatto ai Carabinieri, chiamando il 112, o al personale comunale.
 
Assicuriamo che la situazione nel nostro territorio comunale non presenta al momento particolari criticità e che il Servizio Epidemiologico dell’ULSS 2 Marca Trevigiana, con il quale l’Amministrazione Comunale è in contatto, effettua un monitoraggio costante.
 
Siamo lieti di comunicare, inoltre, che in questi giorni verrà avviata la consegna alle Amministrazioni Comunali delle mascherine filtranti della Regione del Veneto. Non appena perverranno anche a noi, sarà nostra cura provvedere immediatamente alla distribuzione gratuita, massiva e capillare, tra la Popolazione. Vi aggiorneremo quanto prima sulle modalità di distribuzione.
 
Per qualsiasi informazione il personale comunale è a disposizione ai numeri che trovate sul sito www.comune.nervesa.tv.it.

Dobbiamo essere responsabili e avere buon senso: se tutti rispettiamo le misure di sicurezza potremo uscire presto da questa situazione così difficile, rialzandoci più forti di prima.

Rinnoviamo ancora una volta il nostro più sincero grazie di cuore a tutto il Personale sanitario, che con immani sacrifici e sforzi sta tenendo testa ad una emergenza così grave, alle Istituzioni, alla Protezione Civile, alla Croce Rossa Italiana, a tutti i Volontari, ai Dipendenti Comunali e a tutti coloro i quali lavorano ogni giorno per garantirci i servizi essenziali.
 
Il Sindaco Fabio Vettori
 

Categorie news

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto